L’Associazione Musicale Concentus è stata fondata a fine 2003 da tre amici musicisti. Nel corso del 2004 e del 2005 sono stati realizzati numerosi concerti di musica classica in Casale e nell’Alessandrino. Nel 2006 l’Associazione si è arricchita di nuovi soci appassionati specialmente di musica organistica.

E’ per questo che in tale anno si è dato il via alla manifestazione denominata “Arte organistica nel Monferrato” che è stata un’occasione per valorizzare un patrimonio artistico custodito nelle parrocchie del Monferrato e per gustarne con emozione i suoni grazie a prestigiosi nomi dell’organistica italiana. Alle manifestazioni svolte dal 2007 al 2013 hanno aderito oltre al Comune di Casale Monferrato anche i Comuni limitrofi di Frassinello, Giarole, Serralunga di Crea, Occimiano e Casorzo, riuscendo così a dar vita a un percorso nelle varie località del Monferrato casalese che conservano antichi strumenti musicali, monumentali e storici, che in alcuni casi sono stati oggetto di lunghi ed accurati restauri che hanno restituito loro le originali potenzialità espressive.

Il sito web www.arteorganisticanelmonferrato.it è un utile strumento che permette di consultare dati tecnici inerenti alle caratteristiche degli strumenti utilizzati. Grazie alla sinergia delle amministrazioni coinvolte è stato possibile predisporre un vero e proprio percorso alla riscoperta dell’arte organistica, col risultato non soltanto di avvicinare lo spettatore ad un tipo di musica davvero coinvolgente, ma anche di riuscire a creare una sorta di “finestra sul passato”, un filo diretto con i nostri nonni e predecessori.

Gli organi a canne del Monferrato sono macchine complesse e perfette, volute e costruite con tenacia, perizia e anche sacrifici, con un senso della comunità che spesso oggi risulta talvolta debole. Si è voluto tutelare quanto ci è stato tramandato e tornare ad emozionarci con le stesse note che si ascoltavano oltre un secolo fa. In questo senso la cultura ottiene davvero uno dei suoi scopi più profondi, l’espressione di un bisogno dell’animo umano e questo non può che contribuire alla crescita personale di ciascuno di noi, anche nel terzo millennio.

In merito sempre attenta è la ricerca di artisti, in particolare giovani ed emergenti organisti, che possano esibirsi e confrontarsi con il nostro pubblico di appassionati organofili e della musica classica in generale.